#7 J1 Visto USA fatto, ma in spasmodica attesa della family..

consolato-usa-2

Finalmente un altro tassello è a posto: il Visto degli Stati Uniti e speriamo che sia di auspicio per far arrivare qualche buona notizia dalla host family. Stamattina direzione Milano in auto e poi metro fino al Consolato in Via Principe Amedeo (see below).

screenshot.jpg

Avevamo appuntamento per le 9.45 e quando siamo arrivati (si trova subito di fronte alla fermata MetroTurati), ci siamo trovati davanti a una lunghissima fila. Nonostante la fissazione dell’appuntamento ad un’ora precisa (le 9.45), abbiamo atteso ben 1 ora e trenta in fila. Dietro di noi c’era solo un’altra ragazza di Venezia che sarebbe andata all’estero in un’univesita dello stato di New York ad insegnare filologia e letteratura italiana. Ad un certo punto è arrivato il solito furbone, ovvero un ragazzo che, con la complicità di sua madre, ha scavalcato la fila senza chiedere il permesso alle altre persone. Un ragazzo brasiliano se ne è accorto ed è iniziato un teatrino, fino a quando sono intervenute le guardie che lo hanno invitato molto caldamente a tornare in fila ahahahah che buffone….almeno un po’ di movimento ci ha risvegliati dal torpore dell’attesa!!! Continua a leggere

Annunci

#6 One day in Milan

942336_10151614778618950_1329860153_n

Ieri, domenica 15 maggio, al Palazzo delle Stelline a Milano, pomeriggio dedicato all’ORIENTATION DAY. Una conferenza con tutti gli altri exchange students provenienti da tutto il nord Italia prossimi a lasciare le proprie “ordinarie” vite, ansiosi, ma anche accesi di entusiasmo, per la loro avventura negli USA!!

hotel_palazzo_delle_stelline_testata_02

Palazzo delle Stelline

 

Ovviamente siamo arrivati in anticipo,  cosi ci siamo fatti un po’ il giro del quartiere piu tappa obbligata al caffè.

Poi siamo arrivati al palazzo dove si teneva la conferenza (ci hanno regalato maglietta e borsa you abroad) e insieme ad altri ragazzi ci siamo seduti in una sala, ragazzi davanti e genitori …nelle retrovie;))

Qui ho conosciuto due ragazze, sedute di fianco a me: Giuditta e Beatrice; tutte e due sono di Milano, faranno un anno all’estero negli USA ma non hanno ancora ricevuto la famiglia (evvai che non sono solo..). Naturalmente, mi sono dimenticato di chiedere i loro numeri…così chissà se ci rivedremo in partenza per New York:((

La conferenza è stata molto lunga e a tratti noiosa ma moltoooo utile. Continua a leggere

#5 Un Week-end in Toscana

mostra-artigianato-con-i-bambini-300x138

Fiera internazionale dell’artigianato a Firenze

Finalmente un po’ di svago..

Venerdì scorso, saltando scuola, sono partito, con mia mamma e mia sorella, per passare un bel weekend dai miei cugini senesi. La città dove vive un’altra exchange student con cui mi ero sentito tramite facebook, quando ancora ero molto indeciso: Ginevra Iorio.

Sabato, sotto una pioggia a dirotto (e un freddo cane) siamo andati a Firenze per visitare un’interessantissima mostra che non avevo mai visto: la mostra internazionale dell’artigianato.

Posso dire che abbiamo passato un bellissimo weekend, anche se il tempo non era dei migliori e cosa più assillante, non ho potuto guardare la mia application form, per vedere se qualche famiglia americana si era accorta della mia “esistenza”…ehi, Riccardo is here!!!

Domenica, invece, abbiamo fatto un giro a Siena: Piazza del Campo, Duomo e, per la prima volta, a visitare Santa Maria della Scala (http://www.santamariadellascala.com), luogo di pellegrinaggio e ospedale fino a qualche decennio fa’.

Purtroppo questo w-e alcuni amici e futuri exchange students di un gruppo che si è formato su whatsup si sono ritrovati a Torino…e non ho potuto raggiungerli, ma ci vedremo sicuramente a Milano a metà maggio per l’orientation!!

…in attesa…

E’ davvero dura sentire giornalmente che gli altri exchange student stanno ricevendo le proprie famiglie e le proprie destinazioni per un anno che cambierà la loro vita….dai incrocio le dita, sperando che la mia host family mi scelga al più presto per materializzare tutte le ipotesi che quotidianamente mi frullano per la testa: dove andrò, avrò degli host brothers, sarò in un paesino sperduto in mezzo alla campagna o in una big city o ancora su una bella isola in riva al mare?? Quanti pensieri…per fortuna la prof. di latino e quella di mate mi tengono impegnato;)))

screenshot1